COSELLI TODOROV Srl vs SLOGA TABOR EUTONIA

COSELLI TODOROV Srl vs SLOGA TABOR EUTONIA: 0-3 (21/25-17/25-25/27)

COSELLI TODOROV: Taliento 10, Naglieri 8, Salich 4, Di Santo 2, Petaccia 2, Rigoni (L1), Iannuzzi, Borelli,
Rizzieri, Morsillo, Moscolin, Vadnial, Lucerna, Moretti (L2). All. Sig. Marco FERRARA – Dir. Acc. Sig.
Antonello TALIENTO
 
 
Esastro, fusione delle parole esordio e disastro, e la seconda è quella che esprime meglio quanto visto ieri
sera alla Morpurgo.
Per provare a capirne la portata è bene cominciare dalla fine, da quel terzo set in cui la compagine di coach
Ferrara pareva aver finalmente ritrovato lo smalto sufficiente a riaprire una gara che sin lì non aveva
lasciato dubbi sull’esito finale.
Quando una squadra che vuole dirsi tale e che conduce 24 a 19 subisce un parziale di 8 a 1, beh! oltre a
fare i complimenti agli avversari dire che qualcosa non ha funzionato è riduttivo.
Però è ciò che è successo oggi per cui alla fine non ci sono alibi per una sconfitta annunciata sin dal
momento dei saluti inziali quando, a scrutare attentamente i volti dei giocatori del Coselli, potevi scorgervi
aleggiare un che di ineluttabile.
LA GARA
Coach Ferrara schiera Iannuzzi, Naglieri (k), Petaccia, Di Santo, Taliento L., Salich, Rigoni (L). Il sorteggio
consegna la battuta al Coselli che sbagliandola dà inizio allo stillicidio degli errori dai nove metri che, salvo
poche positive eccezioni, durerà per l’intero incontro. Per contro lo Sloga esibisce subito ben altro piglio e si
porta rapidamente in vantaggio. La compagine di casa appare impalpabile e troppo fallosa e a nulla valgono
i time out chiamati da un Ferrara quasi ammutolito dalla insipienza mostrata nel frangente dai suoi allievi,
basti pensare che la prima murata degna di questo nome la piazza Salich quando il punteggio segna già un
eloquente: 18 Sloga - 11 Coselli. I padroni di casa non riescono a reagire, sul campo spesso si muovo come il
pugile “suonato” in attesa del gong salvatore e rimangono agganciati al risultato più che altro grazie ad una
serie di errori in battuta da parte dello Sloga che di suo esibisce un gioco efficace e senza fronzoli all’interno
di un meccanismo di squadra apparso già ben oliato.
La seconda frazione vede ancora salire in cattedra la squadra ospite mentre la formazione di casa continua
a franare sotto una gragnuola di errori denotando scarsa concentrazione e troppa confusione.
Poco più di una ventina di minuti sono sufficienti alla squadra dell’altipiano per aggiudicarsi anche la
seconda frazione, portarsi sul 2 a 0 e ipotecare seriamente la vittoria finale.
In terza frazione inizialmente è ancora lo Sloga a condurre anche se l’ingranaggio del suo gioco, sin lì quasi
perfetto, comincia a mostrare qualche crepa. Coach Ferrara prova a rimescolare le carte inserendo Borelli
per Iannuzzi . Gli “svagati” del Coselli sembrano finalmente destarsi dal loro prolungato “letargo” e tanto
basta per mettere in crisi avversari.
Rigoni si ricorda di essere un buon libero e la ricezione migliora, Taliento ci mette la solita grinta e
determinazione e capitalizza al meglio i palloni giocabili (non molti), capitan Naglieri riesce finalmente a
dare continuità alla sua azione. Aggiungiamo a tutto questo qualche buon turno di battuta e la ritrovata
efficacia a muro e la formazione degli “edili” si porta ad un passo dal riaprire la contesa.
Giunti ad un passo dal scrivere la parola “fine” sull’esito del set (punteggio di 24 a 19 e quarto periodo
dietro l’angolo) all’istinto del “killer” subentra invece la paura di non farcela. Gli atleti di Monrupino lo
capiscono e sono bravi a gettare il cuore oltre all’ostacolo erodendo il passivo punto su punto. Il Coselli ha
 
troppa fretta di chiudere e questo porta gli atleti di casa a forzare i colpi o scegliere giocate più istintive che
ragionate, segno di evidente insicurezza. Con tali premesse la rimonta dello Sloga non può essere
considerata un caso così come è apparso evidente che ieri sera il risultato ha arriso ai più determinati
premiando la squadra che l’ha inseguito con maggiore convinzione.
© 2020 Centro Coselli Via Carli 1/3 Trieste - Codice Fiscale: 90026060328 - Codice Fipav: 070310083 - IBAN ZKB: IT28Z0892802205010000028333