• 0000.png
  • 00001.jpg
  • 00002.jpg

Caffe' amaro

INPUNTO CAFFE’ COSELLI vs CCR IL POZZO: 1-3 (25/23-23/25-23/25-21/25)


INPUNTO CAFFE’ COSELLI: Guido 14, Cottur 12, Tosato 8, Sforza 8, Calvino, Corazza 7, Nigido, Iannuzzi, Taliento, Paron 1 (K), Rigoni (L1), Naglieri, Cristofoletti, Salich, De Martin (L2). All. Sig. Giuseppe CUTULI D.a. Sig. Daniele SBLATTERO
CCR IL POZZO: Zanuttig (K), Sigura, Carpanese, Cecutti, Toch, Beliocho, Lanari, Beltramino, Gottardo, Fregolent, Del Zotto, Forgione, Ferrara (L1), Dapit (L2). All. Sig. Marchesini. V.a. Sig. Gatto. D.a. Tomasino.
Gara intensa quella disputata sabato pomeriggio alla Morpurgo tra due formazioni speculari in tutto che hanno offerto 107’ di gioco e di emozioni ai propri videotifosi. Per i padroni di casa questa è la prima partita dopo la sosta mentre gli avversari hanno già riassaporato il pathos dell’agone essendo scesi in campo giusto una settimana fa, avversari il Pordenone Volley regolato con un comodo 3 a 0.
L’inizio del match è tutto di marca giuliana coi “cafeteros” di casa che si portano velocemente sul 4 a 1. A dire il vero i friulani in questa fase danno la sensazione di non essere proprio entrati in partita mentre la truppa di cap. Paron mostra di aver approcciato il match in modo aggressivo e determinato e i frutti si vedono. Dopo lo strappo iniziale gli ospiti riescono comunque a rifarsi sotto ma, sfruttando molto bene il gioco al centro, la compagine del Coselli mette la freccia e a metà set è già avanti di 5 lunghezze che diventano 6 e poi addirittura 9 (20/11). Tutto fila al meglio per i padroni di casa e il set pare ormai quasi una formalità quando improvvisamente “la luce si spegne” e i rinfrancati ospiti iniziano una lenta quanto incredibile rimonta che li porta dal -9 al -1 (22/21). Il finale da già scritto si trasforma in thrilling. Nella bagarre finale hanno la meglio i “cafeteros” che chiudono 25/23 in 25’ di gioco. Paron, Cottur, Sforza, Guido, Tosato, Corazza e Rigoni (L1) il settetto di partenza schierato da Cutuli e in cui troveranno spazio anche Iannuzzi e Taliento.
In seconda frazione il coach dei giuliani conferma i sette d’inizio gara e nel corso del set troveranno spazio anche Naglieri e Taliento. Ci si attende la reazione dei friulani ed invece è ancora l’InPunto Caffè a pigiare subito sull’acceleratore tanto che Marchesini è costretto sul 5/0 a sfavore ad utilizzare subito uno dei due time out a sua disposizione. La mossa però non sembra sortire l’effetto sperato e sono ancora i padroni di casa ad incrementare il loro vantaggio (9/2). Nuovo “time” richiesto dal coach di Pradamano ma il trend non cambia ed è il Coselli a girare a metà periodo con ben 8 lunghezze di vantaggio (13/5). Ancora una volta, però, proprio quando il destino del set sembra già scritto le certezze di sbriciolano col Pozzo che, come per magia, ritrova gioco e colpi limando punto su punto il gap che lo separa nel punteggio sino a cogliere la parità sul 15/15. Si continua così con le due squadre che procedono “a braccetto” sino alle battute conclusive quando sono proprio gli atleti di Pradamano a conquistare il break decisivo chiudendo la frazione sul 25/23 a proprio favore.
Il terzo periodo, che inizia con gli stessi protagonisti dei precedenti e che in corsa vedrà l’inserimento di Taliento, se si esclude lo strappo iniziale dei friulani (2/7) rintuzzato prontamente dai “cafeteros”, si gioca tutto sul filo di un sottile equilibrio che costringe gli atleti ad un notevole dispendio di energie soprattutto mentali. Sul punteggio di 22/19 a favore del Coselli per i giuliani ancora una volta sembra fatta ma Il Pozzo mostra di possedere sette vite come i gatti prima riportandosi in parità sul 23 a 23 e successivamente riuscendo a piazzare i colpi decisivi per chiudere ancora una volta sul 25/23 e così rovesciare completamente il punteggio del match.
L’essere riusciti a capovolgere l’inerzia della gara mette le ali ai giocatori friulani mentre di contro “fiacca” quelli di casa che sono però molto bravi a reagire all’iniziale partenza a razzo degli avversari anche se poi nulla possono quando, a metà frazione, Zanuttig e compagni piazzano lo strappo decisivo (15/19), gap che non riusciranno più a colmare e che la formazione di Pradamano sarà brava a gestire fino in fondo guadagnando 3 punti fondamentali che la issano da sola in terza posizione.
Alla compagine di casa resta il rammarico che la buona prestazione non sia stata sufficiente a guadagnare la vittoria e la sensazione di aver sprecato una ghiotta occasione soprattutto a causa di quei momenti di “black out” che nei primi due set hanno vanificato il gran lavoro fatto in precedenza e consentito il rientro in gara di avversari che invece ad un certo punto sembravano essere stati ormai “matati” dai “cafeteros”.

© 2020 Centro Coselli Via Carli 1/3 Trieste - Codice Fiscale: 90026060328 - Codice Fipav: 070310083 - IBAN ZKB: IT28Z0892802205010000028333