Double Face

AR FINCANTIERI vs CENTRO COSELLI:2-3 (26/24-27/25-14/25-16/25-10/15)
CENTRO COSELLI: D’ORLANDO 23, RIMBALDO 22, CORAZZA 8, GUIDO 7, JERONCIC 9, PARON 7, CALVINO, NAGLIERI, IANNUZZI, PECALLI (L1), RIGONI (L2), CRISTOFOLETTI, SALICH.
All. Sig. Gregor JERONCIC
Chi sabato sera ha scelto di essere presente sulle tribune del Palasport di Monfalcone oltre ad essersi goduto lo spettacolo di una buona pallavolo ha fatto il pieno di emozioni. Quella disputatasi presso il Palasport di via Rossini pur giungendo solo alla seconda giornata di ritorno, data la precaria posizione in classifica delle due contendenti,  assumeva già i contorni dello spareggio salvezza e l’andamento dell’incontro lo ha ampiamente confermato. Entrambe i teams avevano bisogno di muovere la classifica dopo che nell’ultimo periodo non erano riusciti a raccogliere punti, accomunate non solo dalla classifica (11 punti a testa) ma pure dal fatto che risaliva a dicembre l’ultimo successo fatto registrare sia dalla FINCANTIERI (3-2 all’OLYMPIA) che dal  COSELLI (3-0 PIERA MARTELLOZZO FUTURA). Dopo e sino alla gara di ieri solo sconfitte. Per i Monfalconesi prima un 3 a 0 patito dal PIERA MARTELLOZZO FUTURA e poi un 3 a 1 subito dal VILLAINS FARMADERBE mentre il COSELLI veniva prima punito in casa dal VILLAINS FARMADERBE (1-3), poi cedeva a Gemona per 3 a 2 col fanalino di coda VITERIE FRIULANE  e poi nuovamente  sconfitto alla Morpurgo dalla capolista C.U.S. TRIESTE (0-3).
Questo il prologo a ciò che è stata la gara.
Il Coselli fatica a carburare specie in ricezione, il ritmo e la precisione del gioco ne risentono. Di contro l’approccio dei padroni di casa è dei migliori. Subito aggressivi in difesa ed attenti in ricezione grazie anche ad una buona percentuale di battute positive si aggiudicano le prime due frazioni seppur solo ai vantaggi. Già nel finale di secondo set, però, si iniziano ad intravvedere le prime crepe nel muro eretto dalla FINCANTIERI. I cantierini, difatti,  dopo che per lunghi tratti  hanno condotto il periodo con buon margine  si vedono risucchiare nelle battute finali dalla caparbietà degli atleti di Jeroncic che solo per un soffio non riescono a completare la rincorsa.
La sconfitta sul filo di lana potrebbe essere il colpo del K.O. invece dal terzo periodo in poi ci si appresta a seguire una gara del tutto diversa.
Se sin là pur con qualche affanno di troppo i padroni di casa si erano fatti preferire da questo momento in poi in campo solo COSELLI.
Il calo fisico della compagine di casa è evidente mentre di contro cresce la concentrazione e la precisione dei grigio arancio griffati “InPunto Caffè e Bar H24”. Che i “cantierini” non ne hanno più risulta piuttosto evidente e la compagine di Jeroncic ne approfitta imperversando soprattutto dalle bande. Viste le premesse, e sembra quasi incredibile a dirsi, il pareggio è solo questione di pazienza. Si va quindi al tie break con l’inerzia a tutto vantaggio degli ospiti.
L’inizio del set di spareggio riserva gli ultimi fuochi da parte dei padroni di casa incitati a gran voce dal folto e caloroso pubblico presente. Scattano sul 4-1 e 5-2 ma la fiammata si esaurisce, il Coselli riprende le redini del gioco e grazie anche al buon turno in battuta di Iannuzzi che propizia il sorpasso al cambio campo (7-8) si portano in vantaggio. Ancora un sussulto dei padroni di casa, l’ultimo  per l’8 pari poi l’epilogo col Coselli che prende il largo e completa la rimonta.
© 2020 Centro Coselli Via Carli 1/3 Trieste - Codice Fiscale: 90026060328 - Codice Fipav: 070310083 - IBAN ZKB: IT28Z0892802205010000028333