A lievitazione naturale

CENTRO COSELLI vs SLOGA TABOR:3-0 (25/17-25/17-25/20). COSELLI: Cristofoletti, Corazza, Naglieri, Rimbaldo, Taliento, Paron (k), D'Orlando, Calvino, Salich, Pantic, Barchiesi, Rigoni (L1), De Martin (L2). All. Sig. Zoran Jeroncic. 

A LIEVITAZIONE NATURALE
Scrivere il resoconto di una gara ed in contemporanea tormentarsi le unghie delle mani mentre la Nazionale maschile affonda senza salvagente nel quarto di finale

con la Francia molto probabilmente non sarà professionale però ha l’innegabile vantaggio di far lievitare la già pur lusinghiera valutazione per  la bella prestazione con la quale la sera avanti in Coppa Regione la formazione di punta del CENTRO COSELLI ha regolato con un bel 3 a 0 la compagine dello SLOGA TABOR. Dalla prima  balbettante gara di qualificazione col SOCA MARCHIOL gli allievi di coach Jeroncic, passando per la vittoria a “strappo” con la TRIESTINA VOLLEY ,si possono dir cresciuti “a lievitazione naturale”  sino all’intenso match di mercoledì scorso.
Davvero una bella pallavolo, ordinata, piacevole e decisa. Un biglietto da visita importante esibito nella sfida alla capolista dello scorso campionato  a conclusione del quale, e in aggiunta alla affermazione in Coppa Regione proprio ai danni del co-finalista COSELLI, lo SLOGA  aveva ottenuto la promozione cui però ha dovuto rinunciare.
I SET
A partire da posizione I sono: Pantic, Corazza, Paron, D’Orlando, Calvino e Rimbaldo (libero Rigoni) a costituire il sestetto d’avvio schierato da coach Jeroncic cui lo SLOGA risponde con Sutter, Milic, Kante M., Castellani, Vattovaz, Stefani (libero De Luisa).
Gioco che scorre fluido da entrambe le parti, anche se il COSELLI si fa preferire per intensità, e punteggio in perfetto equilibrio. Il tabellone elettronico segna 12 a 11 COSELLI quando al turno di battuta si porta D’Orlando. Sono sei i suoi turni positivi dai nove metri che consentono alla squadra di casa di spiccare il volo salutando la compagnia e mantenendo sino alla fine del periodo il tesoretto di punti così conquistato.
Resta ancora da segnalare l’avvicendamento di Pantic con Naglieri sul 20/12.
IISET
Il coach della formazione di via Locchi ripropone per 5/6 l’identico schieramento che nel set precedente fatto salvo l’avvicendamento del centrale Calvino con Barchiesi.
Sulle ali dell’entusiasmo e  mostrando scampoli di bel gioco i “cosellini” continuando a proporsi reattivi in difesa e cinici in attacco potendo inoltre contare su buone percentuali in ricezione.
Il COSELLI punto dopo punto accumula un buon margine di vantaggio già in avvio di set. Con il risultato che arride ai bianco azzurri (oggi però in divisa grigio bianca) coach Jeroncic ne approfitta per dare minuti di gioco ai giovanissimi del gruppo. Così si ripete la staffetta tra Pantic e Naglieri (13/9), Taliento si avvicenda con Rimbaldo (16/12) e Salich entra per Barchiesi (21/15). Spazio anche per De Martin (L2).
Cambiano gli attori sulla scena(pardon, in campo) ma il risultato no così anche il secondo periodo si chiude positivamente per i padroni di casa.
IIISET
Per la frazione conclusiva il COSELLI schiera: Naglieri, Corazza, Paron, D’Orlando, Calvino, Rimbaldo (libero Rigoni) mentre i rossi di Monrupino rispondono con: Trento, Milic, Kante M., Gianeselli, Buri, Stefani (libero De Luisa).
La frazione si rivelerà come la più equilibrata delle tre disputate. Ma non per questo motivo coach Jeroncic rinuncia  ad amministrare, così  come lui sa ben fare, i suoi  più giovani allievi. Concede quindi spazio in campo a Taliento (per Naglieri) e il ragazzo gli assicura un importante contributo in difesa e soprattutto dalla linea dei nove metri.
Il punteggio, nel frattempo, vede un continuo rincorrersi tra le due formazioni e a far pendere l’ago della bilancia di “signora Vittoria” a favore dei padroni di casa sarà ancora una volta un turno di battuta. Nell’occasione la scena è tutta per capitan Paron che al momento di  lasciare la linea dei nove metri ha già assicurato ai suoi compagni un “tesoretto” di punti più che sufficiente a portare a casa set e match.
Prima della parola fine c’è il tempo per gli ultimi cambi così Cristofoletti dà respiro a cap. Paron  e Barchiesi rileva al centro Calvino.

© 2020 Centro Coselli Via Carli 1/3 Trieste - Codice Fiscale: 90026060328 - Codice Fipav: 070310083 - IBAN ZKB: IT28Z0892802205010000028333