Quo vadis

CENTRO COSELLI – AP MORTEGLIANO 0-3 (18/25- 19/25- 20/25).CENTRO COSELLI: PARON, RIMBALDO, D'ORLANDO, PANTIC, CORAZZA, CALVINO, BARCHIESI, NAGLIERI, IANNUZZI, JERONCIC, PECALLI, RIGONI, CRISTOFOLETTI

Veni, vidi, vici, la famosa frase attribuita a Giulio Cesare, calza a pennello a quanto fatto vedere ieri sera alla Morpurgo dalla compagine friulana del Mortegliano.

 Dimostratisi superiori nella padronanza di tutti i fondamentali, gli atleti della formazione del Medio Friuli hanno, meglio dei triestini, interpretato la gara in ogni frangente anche quando si sono trovati ad inseguire nel punteggio come accaduto in terza frazione. Attenti e concreti non hanno sprecato nulla dimostrando di meritare la seconda posizione in classifica a ridosso della “lepre” C.U.S. Trieste.Di fronte a tale avversario ci sarebbe voluto il miglior Coselli o per lo meno il Coselli visto in azione solo sette giorni or sono nel corso del derby con la Triestina Volley invece ieri sera, nelle fila dei padroni di casa, nulla ha funzionato come avrebbe dovuto a partire dalla ricezione (dove coach Jeroncic ha provato ad alternare, con alterna fortuna, i due liberi a disposizione) per poi estendersi a tutte le altre fasi di gioco. Fallosi in battuta e poco lucidi in attacco col muro che troppo poche volte si è alzato ad infastidire gli avanti avversari la formazione di coach Jeroncic nulla ha potuto difronte alla voglia di vittoria degli ospiti capaci di una prestazione abbondantemente sopra la sufficienza e tra i quali merita di venire sottolineata quella tutta concretezza e niente fronzoli del libero Feruglio

© 2020 Centro Coselli Via Carli 1/3 Trieste - Codice Fiscale: 90026060328 - Codice Fipav: 070310083 - IBAN ZKB: IT28Z0892802205010000028333